The world is a stage
Read this article in:

Un oggetto di culto: la scarpa di cristallo di Christian Louboutin

© Ateliers Stéphane Gérard

Una gigantesca scarpa con il tacco a spillo in PLEXIGLAS® è il pezzo forte della mostra a Parigi del celebre designer di calzature Louboutin. La realizzazione della scultura è stata un vero grattacapo.

In questa stanza del tesoro è meglio entrare in punta di piedi. Al centro si erge una sfarzosa portantina che ispira profondo rispetto. Su di essa, circondata da candele accese, troneggia una gigantesca scarpa di cristallo, che sembra uscita da una favola. La mostra “L'Exhibition[niste]” al Palais de la Porte Dorée di Parigi mette in scena le calzature capolavoro del designer Christian Louboutin. Il suo credo: “Non vorrei che la gente guardasse le mie scarpe e pensasse: Quanto sono comode? L'importante per me è che la gente le guardi e pensi: Quanto sono belle?”

Straordinariamente bella è anche la principale attrazione della mostra, ovvero la scarpa di cristallo che emana una luce magica. Si erge alta su un tipico tacco a spillo, parzialmente incastonata in un cristallo, da cui spuntano chiaramente la punta e il tacco. Tuttavia, la scultura non è stata realizzata in cristallo, bensì in PLEXIGLAS®!

Un richiamo visivo

La scarpa di cristallo alta due metri è il pezzo forte della mostra di Louboutin “L'Exhibition[niste]” al Palais de la Porte Dorée di Parigi.

© Marc Domage

L’esposizione

La scarpa di cristallo viene presentata come un oggetto di culto su una sfarzosa portantina nella “stanza del tesoro”.

© Marc Domage

Il tacco a spillo come marchio di fabbrica

Sottile come una candela: nel confronto diretto si vede bene quanto sia fine il tacco a spillo della scarpa di cristallo in PLEXIGLAS®.

© Marc Domage

Un ordine segreto da Parigi

“Ricevemmo una richiesta da un atelier parigino per un blocco in PLEXIGLAS® da 2 x 1,5 metri e con uno spessore di 75 centimetri. Che cosa ci dovessero fare, era all’epoca ancora top secret”, ricorda così l’inizio del progetto Wolfgang Stuber, esperto di vetrate speciali presso la Röhm GmbH, l’azienda che produce PLEXIGLAS®. Muster inviò, quindi, un campione del blocco del vetro acrilico di marca all’atelier sulla Senna. Si tratta di un materiale che, grazie alla sua straordinaria trasparenza, viene utilizzato ad esempio per cupole di sommergibili o enormi vetrate per acquari. A questo punto i committenti, il designer di calzature Christian Louboutin e lo scultore Stéphane Gérard, decisero di svelare il segreto, inviando la foto di un modello alto 20 cm della scultura che volevano realizzare.

Stuber capì subito che “si trattava di un pezzo molto complesso da fresare e che richiedeva una grandissima precisione. Andava curata ogni singola superficie di ogni singolo cristallo. Altrimenti anche il più piccolo errore sarebbe subito saltato all’occhio”. Particolarmente spinosa era la questione del sottilissimo tacco a spillo. “Basta che la fresatrice faccia una piccola deviazione ed è tutto da buttare”.

Una straordinaria prestazione tecnica

La scarpa di cristallo doveva essere alta circa due metri, illuminarsi all’interno e sembrare sospesa sul piedistallo. Un’ulteriore sfida per gli addetti alla realizzazione, perché quest’oggetto con un peso di vari quintali doveva, quindi, essere sostenuto soltanto da cinque sottili colonnine, ottenute a partire dal blocco di PLEXIGLAS®. “Si tratta di una straordinaria prestazione tecnica, che richiede un addetto alla lavorazione, che abbia il fegato di realizzare una cosa simile”, afferma Stuber.

Diventa una scarpa!

Il designer Christian Louboutin (a sinistra) e lo scultore Stéphane Gérard ispezionano i progetti per la scarpa di cristallo.

© Macassar Productions

Il modello

Nell’atelier SG è stata realizzata questa miniatura in vetro acrilico alta 20 centimetri, usata come modello per la scultura. “Già il modello è stato lavorato in maniera ottima”, afferma Wolfgang Stuber, esperto di vetrate speciali in PLEXIGLAS® presso la Röhm GmbH.

© Macassar Productions

Il pezzo forte in PLEXIGLAS®

Finita! Gli specialisti dell’azienda Heinz Fritz di Herbrechtingen e dell’atelier SG di Parigi hanno realizzato la gigantesca scarpa di cristallo a partire da un blocco di PLEXIGLAS® alto due metri.

© Ateliers Stéphane Gérard

Il punto pericoloso

Il sottilissimo tacco a spillo è stata la parte della scultura più difficile da realizzare.

© Ateliers Stéphane Gérard

La rifinitura

Per finire, lo scultore Stéphane Gérard ha dato un tocco personale alla scultura.

© Ateliers Stéphane Gérard

Brividi all’atto della fresatura della scarpa di cristallo

“Il progetto realizzato per Louboutin è stato qualcosa di straordinario anche per la nostra azienda”, sottolinea Jakob Sixl, socio dirigente della Heinz Fritz GmbH di Herbrechtingen. Normalmente questa azienda partner della Röhm GmbH usa blocchi di PLEXIGLAS® per produrre tra l’altro cupole e finestre panoramiche per sommergibili. Visto il suo spessore, il blocco utilizzato per la scarpa di cristallo è, tuttavia, uno dei più grandi mai trattati dall’azienda: alto 2 metri, largo 1,5 metri e spesso 75 centimetri.

Tuttavia, questo blocco XXL di PLEXIGLAS® si è liberato di chili e chili di trucioli, prima di diventare una scarpa. La massa di partenza pesava circa tre tonnellate, di cui a scultura finita ne rimaneva circa un quarto. Ci sono volute tre settimane soltanto per programmare le macchine e altre otto per la fresatura. Sono stati necessari strumenti realizzati appositamente per questo progetto e centinaia di programmazioni per i vari angoli, affinché la fresatrice raggiungesse ogni punto. Particolarmente difficili sono stati i tagli posteriori e la lavorazione generale della complessa geometria.

Lo scultore Stéphane Gérard, che ha progettato la scultura su richiesta di Louboutin, si è recato in loco con gli artisti del suo atelier parigino per dare il tocco finale e firmare l’opera, rifinendo a mano anche i più piccoli dettagli.

Basta che non si rompa il tacco...

Persino un esperto come Jakob Sixl della Heinz Fritz GmbH, stima che su una scala da 1 a 10 il livello di difficoltà del progetto equivalesse a 11. “Un unico errore sarebbe stato fatale. Doveva funzionare tutto al primo colpo, non avevamo una seconda chance”. Inoltre, c’erano anche i limiti temporali imposti dall’inaugurazione della mostra. “È stato un lavoro da brividi per tutto il team. Bisognava mantenere il massimo livello di concentrazione per otto settimane di fila, per elaborare tutti i dettagli. Vi erano sempre almeno due persone che lavoravano continuamente sul blocco”.

Sia in fase di fresatura sia in quella di tempra dell’oggetto finito, il punto più delicato, nel senso letterale del termine, è stato il tacco a spillo. Bisognava fare molta attenzione, per evitare crepe. “Ma come si dice: uomo avvisato, mezzo salvato!”, racconta Sixl. La soluzione è stata quella di riscaldare e raffreddare l’opera molto lentamente, per ridurre al minimo le differenze di temperatura al suo interno. Questo processo è durato parecchie settimane.

Il PLEXIGLAS® al posto del cristallo

La realizzazione dell’opera ha richiesto in totale tre mesi e mezzo. Sembra tanto tempo, ma è tutto relativo: “Christian Louboutin aveva pensato di far realizzare la scarpa in cristallo vero”, racconta Sixl. “Ma con un’opera di queste dimensioni, la fase di raffreddamento all’atto della tempra sarebbe durata anni!” Era, quindi, chiaro che bisognava usare un altro materiale per realizzare la scultura.

I partner di Louboutin all’atelier SG gli proposero dunque il vetro acrilico, ma ci volle un po’ prima di convincerlo. “Cosa, la plastica?”, questa sembra essere stata la prima reazione del designer. Un pregiudizio che si è potuto sfatare facilmente, in quanto Louboutin ha riconosciuto che il vetro acrilico di marca Röhm è un materiale decisamente pregiato. L’esperto Sixl spiega: “Il PLEXIGLAS® è straordinario, perché anche con questo spessore riesce a offrire un’ottica priva di distorsioni e un’elevatissima trasparenza”. Altre materie plastiche con un simile spessore risultano lattiginose o hanno una striatura gialla”.

Inoltre, la straordinaria proprietà fotoconduttiva del PLEXIGLAS® fa risplendere l’intera scarpa di cristallo. A questo proposito, sono state inserite luci LED nelle sottili colonnine che supportano la scarpa. L’effetto risaltava ancora di più quando la scarpa di cristallo era ancora in officina, rispetto ad adesso che si trova nell’opulenta e dorata “stanza del tesoro”.

Si apre il sipario sulla brillante mostra delle calzature Louboutin

Back to overview

E-Mail

Send us a message via our contact form.

Contact form

Online Shop

Find the largest range of solid sheets, rod, tubes and equipment directly from the manufacturer in our online shop.

PLEXIGLAS® Online Shop

PLEXIGLAS® Distributors

You can obtain all of our brands from our distributors worldwide.

Find distributors

Fabricators

If you need prefabricated products or finished products made of PLEXIGLAS® or from one of our other brands, please get in touch with our fabricators.

Find fabricators